Problematiche Ortodontiche a seguito di trauma dentario

I traumi dentali possono porre due problematiche di tipo ortodontico.

  • gestione di spazi edentuli  a seguito traumatismo.
  • necessità di muovere ortodonticamente denti che hanno subito un trauma.

Durante il trattamento ortodontico vi sarà un aumentato rischio di riassorbimento radicolare e di perdita di vitalità pulpare del dente che ha subito un trauma.
I casi con maggior frequenza di necessità di terapia ortodontica post-trauma dentale riguardano la seconda classe, prima divisione, ove vi è notevole overjet cioè protrusione eccessiva degli incisivi superiori, morsi aperti, ipotonia del labbro superiore, respiratori orali. Se il trauma avviene durante la cura ortodontica attiva con apparecchiature fisse, molte volte esse contribuiscono alla dissipazione dell’urto e a ridurre le lesioni.
Infine si possono iniziare terapie ortodontiche dopo che uno o più denti hanno subito dei traumi.


Si suggeriscono in questo caso i seguenti periodi di osservazione e di attesa prima di iniziare la terapia ortodontica attiva:

  • Fratture coronali e concussioni: tre mesi ( può formarsi una barriera di tessuti duri), è necessario verificare la vitalità pulpare.
  • Lussazioni intrusive, estrusive, avulsione, fratture radicolari: almeno un anno.
  • Denti immaturi traumatizzati : attendere il continuo sviluppo radicolare.
Share by: